PROLOGO ALLA RIVOLUZIONE

Domenica 24 novembre 2019, h 15.00, Sala Comunale, Piazza Caduti per la Libertà, 49, Ostana (CN)
– Lunedì 25 novembre 2019, h 20.45, Unione culturale Franco Antonicelli, Via Cesare Battisti 4, Torino
Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili

PROLOGO ALLA RIVOLUZIONE:
– presentazione del volume “Confini – Scienza, storia e cronache tra limiti, mutamenti e migrazioni”
– Ragionamento pubblico per progettare la “Festa dell’umanità – Rivoluzioni” del 2020
– antologia scenica “Conquistare saperi”, da “La conquista del pane” di Pëtr Alekseevič Kropotkin

PROLOGO ALLA RIVOLUZIONE è una tappa di avvicinamento alla prossima edizione della Festa dell’umanità, evento che si svolge biennalmente nella ricorrenza della pubblicazione de L’origine delle specie di Charles Darwin (24 novembre 1859); l’edizione del 2020 avrà come tema la “rivoluzione” intesa nelle sue più svariate declinazioni: da quelle scientifiche a quelle storiche, passando per quelle archeologiche, antropologiche e umanistiche in genere.
Replicato, con ingresso libero, nei due centri che ospiteranno la Festa dell’umanità nel 2020, Ostana (Domenica 24 novembre 2019, h 15.00, Sala Comunale, Piazza Caduti per la Libertà, 49) e Torino (Lunedì 25 novembre 2019, h 20.45, Unione culturale Franco Antonicelli, Via Cesare Battisti 4), PROLOGO ALLA RIVOLUZIONE include – in ciascuna replica – la presentazione del volume Confini – Scienza, storia e cronache tra limiti, mutamenti e migrazioni (raccolta antologica delle narrazioni scientifiche che si svolsero a Ostana alla Festa dell’umanità | Oltre-passi. Narrare scienze tra limiti e confini, gli scorsi 24 e 25 novembre 2018), una prima progettazione pubblica della prossima edizione della Festa dell’umanità e – a seguire, in ciascuna replica – “Conquistare saperi”, un’antologia scenica tratta da “La conquista del pane” di Pëtr Alekseevič Kropotkin.

La presentazione del volume Confini – Scienza, storia e cronache tra limiti, mutamenti e migrazioni (Edizioni SEB27) si avvale degli interventi dei biologi Gianfranco Biondi e Olga Rickards, dai quali venne la prima suggestione per ideare la Festa dell’umanità, di Francesco Scalfari, direttore di Uniastiss – Polo Universitario Rita Levi Montalcini che nel 2016 ne ospitò l’edizione inaugurale e di Valentina Cabiale, archeologa e curatrice del volume; il dialogo fra gli ospiti intende pure innescare un primo ragionamento pubblico per progettare la “Festa dell’umanità – Rivoluzioni” del 2020. Coordinano i lavori, rispettivamente a Ostana e Torino, Valter Giuliano (giornalista, consigliere comunale di Ostana) e Diego Guzzi (vice-presidente dell’Unione culturale Franco Antonicelli). “Conquistare saperi”, l’antologia scenica tratta da “La conquista del pane” di Pëtr Alekseevič Kropotkin, è interpretata da Marco Gobetti e Anna Delfina Arcostanzo, con la riduzione drammaturgica di Valentina Cabiale.

_____________________________________________

Dettagli sul volume Confini – Scienza, storia e cronache tra limiti, mutamenti e migrazioni

Un’antologia di narrazioni scientifiche che spaziano dall’antropologia, alla biologia, l’astrofisica, la storia e le cronache contemporanee. Autori diversi affrontano il tema della “migrazione”, intesa come attraversamento, cammino, spostamento, superamento o raggiungimento di qualunque limite o confine; e in ogni sua accezione: pratica, astratta, positiva o negativa. Concorrono all’eterogeneità dello sguardo: Adriano Favole, La fine dell’umanità? Apocalissi, disinteresse, vie di fuga; Gianfranco Biondi, Quale confine per la nazione? Le radici razziste del colonialismo italiano in Africa; Olga Rickards, Ominini: l’umanità senza confini; Valerio Calzolaio, I confini del pianeta, degli ecosistemi, degli Stati fra cambiamenti climatici e migrazioni forzate; Giovanni Boano, Rondoni: una patria senza confini; Paola Bonfante, Dalle piante di Darwin a quelle del futuro: un’evoluzione continua; Elisa Nichelli, Viaggio ai confini dell’Universo; Renzo Fracalossi, Ai confini del confine. L’obliquo orizzonte della montagna alpina è spesso luogo di confini, dove si definiscono le plurali identità d’Europa. Il caso del Brennero; Francesco Scalfari, Evoluzione umana e società: l’umanità oltre i limiti della natura e i confini della terra; Antonella Romeo, Trasgredire il confine: l’impegno per i diritti umani nelle migrazioni in atto dal Mediterraneo ai valichi alpini.  I saggi hanno origine dagli interventi tenuti in occasione della seconda edizione della Festa dell’umanità (Ostana, 24 e 25 novembre 2018), un evento nato nel 2016 – accogliendo una suggestione dei biologi Gianfranco Biondi e Olga Rickards – e che si svolge nell’anniversario della pubblicazione de L’origine delle specie di Charles Darwin (24 novembre 1859).

Evento facebook

Scarica volantino